Massa Vecchia – Ariento 2013

Vermentino di Toscana (100%) – 12%

Maremma Maiala! Il toscanaccio bestemmia, grugnisce, poi mi fissa con quel naso prominente e quegli occhi vispi e scoppia a ridere. E’ proprio vero caro Curzio Malaparte, “i toscani hanno il cielo negli occhi e l’inferno in bocca”. Nel suo sguardo si apre una finestra che riempe gli occhi di smisurata bellezza, dove si può contemplare un paesaggio magico, dove “tutto è gentile intorno, tutto è antico e nuovo”. “I toscani han l’abitudine di non salutare mai per primi nessuno, nemmeno in Paradiso. E questo, anche Dio lo sa. Vedrai che ti saluterà lui, per primo”. Infatti, sono io ad avvicinarmi per primo :-), lui è ostico, chiuso. Ma poi, il suo carisma, l’espressività, quel dono divino, prende il sopravvento; spunta tra gli ulivi, i cereali e i vigneti, rustico, profondo, gentile, antico e nuovo, diretto, allegro e luminoso. Sole estivo concentrato e mare salato, scarpe sporche e anima pulita, mineralità e freschezza da brividi, fiori di sambuco e albicocche sensuali. Un vino che mi canta e m’incanta..m’incanta..m’incanta… “Maledetti Toscani”!

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. alessandro zingoni ha detto:

    Wow!

  2. Giovanni ha detto:

    bevuto ieri, emozionante! complimenti per l’intensa e calzante recenzione, interpreta e descrive perfettamente le sensazioni che ho ancora fresche in mente

    1. Vite di Vino ha detto:

      Grazie Giovanni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...