Camillo Donati – Il mio Malvasia 2015

Malvasia di Candia Aromatica (100%) – 12%

La risacca nel novilunio

Nello spazio tempo

Scopre il ricordo

delle conchiglie che furono

Emerge la sabbia

argilla

Il riposo dei fiori

nel letto verde del presente

Oscillazioni dimensionali

Amaca temporale

Mi cullo.

 

Agnese


Un cuore cretese batte nel corpo di questo vino. Un filo invisibile unisce il Mediterraneo; la stessa energia, lo stesso sole, lo stesso fermento. Le pacche sulle spalle, due fette di salame, il bicchiere basso e tozzo, una risata.. e, poi, quei profumi così familiari! Le pesche, le albicocche stramature, la buccia degli agrumi che trasuda vita, il fieno, la camomilla, le erbe aromatiche, la terra stessa. Vivace, sottilmente solleticante, sapido e amarognolo, ricco e vivo. Gioioso.

Kabaj – Cuvée Morel 2009

Merlot (60%), Cabernet Sauvignon (18%), Cabernet Franc (18%), Petit Verdot (4%) – 13%

Brda come Bordeaux, a parte le uova dialettali (oeux). Jean-Michel Morel ci propone il suo Cuvée Morel, un blend tremendamente complesso e molto interessante. Il connubio franco-sloveno partorisce un rosso ematico ed elegante, serioso ed espressivo; prugne e ciliegie nere, sentori balsamici rinfrescanti ed erbe aromatiche essiccate, spezie piccanti, foglie bagnate e funghi. Minerale, sia al naso che in bocca, dove incontra un’elevata acidità, una struttura solida e un frutto succoso, cattura l’attenzione (e l’ammirazione) dalla prima “annusata” all’ultimo sorso.

Còsmic Vinyaters – Valentia 2015

Carinyena Blanca (100%) – 12,5%

Scintille dall’universo

Profuma l’atmosfera

di Venere e Orione

I lunari aspirano al sole eterno

La scintilla entra dentro

e basta per scoprire l’arte del fuoco

 

Agnese


Si affaccia Orione, accecato dall’amore e salvato da Aurora che si rinnova ogni mattina all’alba, e ammira la “stella del mattino”, la splendida Venere, luminosissima e avvolta da uno strato di nubi riflettenti. Naturale bellezza, timida e fine, porta una corona di gelsomini sui capelli e il profumo di freschissime mele verdi sulla pelle. Al contatto, si scopre il suo lato terreno, la sensualità, la cremosità, la crescente freschezza, fino al raggiungimento di uno stato di benessere totale che fa scattare la scintilla dell’amore. Lunare e solare.

Vignai da Duline – Malvasia Chioma Integrale 2015

Malvasia Istriana (100%) – 12,5%

Purosangue dalla chioma fluente e dalle movenze eleganti, parte al piccolo trotto, senza mai puntare i piedi, e finisce galoppando. La delicata finezza minerale e le note verdi di erbe e di resina di pino, lasciano spazio ad agrumi vivaci e succosi (cedro e arancia) e ad una bocca sempre più dinamica, fresca e sapida che arriva al suo culmine offrendo un sorso molto equilibrato fra aromaticità, flessuosità e forza, un sorso secco, polposo e agile come un cavallo di razza.

 

Azienda Agricola Cos – Zibibbo in Pithos 2014

Zibibbo (100%) – 10,5%

La brezza profuma d’Oriente

Gonfia la vela

Il carro navale approda
sulla riva di argilla

Nettare di Dioniso
Orgia dei sensi

Senza più vento
si perde la nave

Vaga nell’acqua
sprofonda negli abissi terreni

Ah! il pithos benefico la fa risalire

Il cocchiere ha compiuto
anche quest’anno il miracolo

E’ vita!
La vita!

Agnese


 

 

Pianta l’albero maestro Dioniso e torna in acque amate trasportando profumi e sapori dall’Oriente; fico d’India e mango, incenso alla rosa e spezie gialle. Il vento marino gonfia la vela e, dopo varie peripezie, fa approdare la nave sulla spiaggia d’argilla, giusto in tempo per le feste delle Antesterie. Sfila il Carrus Navalis fra canti e balli, ierogamie ed orge. L’aria profuma di fiori pungenti, cedro e bergamotto, mandorla e pistacchio. Il vino scorre abbondante, dolce come il miele e fresco come il mare, puro ed elegante come questa terra. E’ la storia che ammalia ancora una volta.