Vigneto Saetti – RossoViola 2015

Lambrusco Salamino (di Santa Croce) (100%) – 11,5% Imbronciato, nuvoloso, scuro, e anche un po’ indispettito nei confronti del branco dei lambruschi, “così insulsi” secondo lui. Ha pochi amici tra i suoi simili ma preferisce non fare compromessi e si tiene a debita distanza dai più. Sboccato rispetto agli altri, dice in faccia a tutti…

Gatti – Bolle Bandite 2016

Glera-clone Balbi (100%) – 11,5% Luna crescente bollicine scoppiettanti Evolvono Salgono in superficie Svaniscono Si trasformano Qualche giorno dopo, il plenilunio Lux Vitae   Agnese Passo felpato e artigli affilati; con un balzo ti raggiunge, si aggrappa saldamente e non molla più la presa. La sorpresa è grande, il piacere immediato e crescente. La graffiante…

Costadilà – Mat 2010

Glera (100%) – 11% Offuscato e turbolento, spontaneo e schietto, prende di mira i bicchieri vuoti e i cuori assetati. Fieno, erbe e spezie, limone e pompelmo rosa, lievito e sasso. Bollicine scoppiettanti vengono seguite da ripetute scosse di acidità e fitte minerali che sconvolgono il palato. Vibrazioni dinamiche e persistenti danno un piacere inaspettato…

Furlani – Sur Lie Alpino 2015

Verderbara, Lagarino bianco, Vernaccia, Nosiola – 11,5% Sotto una pergola trentina i ricordi affiorano. La luna illumina e nasconde i tesori ancestrali con cadenza regolare. La Verderbara e il Lagarino bianco reclamano la territorialità alpina mettendo in mostra un naso calcareo attorniato da sentori di agrumi citrini e frutta a polpa bianca. Le bollicine sono…

Vittorio Graziano – Smilzo 2015

Uva Tosca, Clone di Sorbara, “Non so cos’altro” – 12% Smilzo. Asciutto. Essenziale. Incredibilmente buono. Rosato rifermentato in bottiglia fatto con uve avvolte dal mistero e di origini sconosciute. Il territorio emiliano ringrazia e nella persona di Vittorio Graziano lancia un’offensiva di allegria contagiosa. Figlio dei fiori, secco, dissetante e rilassante, abbraccia tutti e li…

Vigneto Saetti – Il Cadetto 2015

Lambrusco Salamino (di Santa Croce) (100%) – 12% Di trama fitta, a partire dall’etichetta in tessuto, richiama fiori primaverili e la polpa di frutti rossi spremuti con le mani, facendoli schizzare e colorare la camicia bianca di un rosa intenso. Al secondo tentativo (stavolta nel calice), la trama fitta è quella delle bollicine, finissime e…