Podere Pradarolo – Vej Brut 2014

Malvasia di Candia Aromatica (100%) – 11%

Buccia matura, involucro di polpa succulenta e sacra essenza macerata. Nove mesi di gestazione per dare alla luce un nettare unico, nutrimento divino per mortali che “hanno visto la luce”. Rosa inglese, albicocca candita e pesca, uvetta e zenzero, calcare e argilla, prima “pungono” il naso e successivamente il palato, con spilli tannici e virate decise, flussi impetuosi su montagne russe immaginarie. A fine corsa, ancora stravolti, godiamo delle emozioni appena vissute avendo in mente un nitido ricordo di tutto il percorso. Un altro giro?

Podere Pradarolo – Velius Brut Rosé 2014

Barbera in prevalenza, Croatina – 12,5%

Brilla la luce nell’erba
La rana immobile aspetta il bacio

La ragazza sogna il bacio dell’amato

Il grillo canta

La luna è appena sorta

In lontananza si sentono due calici

Si baciano e il cin-cin dà l’inizio
al potere dell’amore

La rana si trasforma
la ragazza arrossisce

Il grillo chiama le cicale

e il vino se la ride.

 

Agnese


Sogno di una notte di mezza estate. L’aria frizzante. La fuga nel bosco. I profumi delle fragoline, delle ciliegie, del ribes. Gli elfi, le fate, i folletti e il succo del fiore vermiglio. L’incantesimo, l’amore spumeggiante, le sfumature speziate e minerali. La freschezza della giovinezza, il sale della vita, la bellezza, la perdizione. Il teatro della vita, lo spettacolo; coinvolgente, divertente e, alla fine, esilarante. I sorrisi diventano risate. Regna la soddisfazione. Scatta il bacio.. e il vino se la ride!

Azienda Agricola Biodinamica Al di là del Fiume – Fricandó 2015

Albana (100%) – 13%

Al di là del fiume c’è l’albana; lì è la sua casa, fra l’orto, il frutteto e le erbe officinali che la circondano. Può dialogare in libertà con il sole e con la luna, con il vento e con le stelle, con i bruchi e con le coccinelle; può crescere felice, in simbiosi con le altre piante, gli animali e le persone. Può fare nuove conoscenze, come quella dell’anfora, scoprire che vanno d’amore e d’accordo e passare parecchio tempo insieme. Quando noi facciamo la sua conoscenza è già matura al punto giusto da offrirci la sua essenza aromatica; gocce vitali di bucce di agrumi strizzati, pesche e susine, erbe aromatiche e fiori di campo, zafferano e mineralità sassosa. L’equilibrio dei disequilibri è perfetto; la struttura, la sapidità, la freschezza, il tannino, tutti imperiosi, si “legano” armonicamente e offrono un sorso affinato e raffinato. Buonissimo.

Vigneto Saetti – Il Cadetto 2015

Lambrusco Salamino (di Santa Croce) (100%) – 12%

Di trama fitta, a partire dall’etichetta in tessuto, richiama fiori primaverili e la polpa di frutti rossi spremuti con le mani, facendoli schizzare e colorare la camicia bianca di un rosa intenso. Al secondo tentativo (stavolta nel calice), la trama fitta è quella delle bollicine, finissime e persistenti. Consistenza intima e carezzevole, freschezza frizzante e mineralità sottile per uno dei migliori lambruschi da me provati; asciutto, sincero, diretto e senza fronzoli. E la vita si colora!

Camillo Donati – Il mio Malvasia 2015

Malvasia di Candia Aromatica (100%) – 12%

La risacca nel novilunio

Nello spazio tempo

Scopre il ricordo

delle conchiglie che furono

Emerge la sabbia

argilla

Il riposo dei fiori

nel letto verde del presente

Oscillazioni dimensionali

Amaca temporale

Mi cullo.

 

Agnese


Un cuore cretese batte nel corpo di questo vino. Un filo invisibile unisce il Mediterraneo; la stessa energia, lo stesso sole, lo stesso fermento. Le pacche sulle spalle, due fette di salame, il bicchiere basso e tozzo, una risata.. e, poi, quei profumi così familiari! Le pesche, le albicocche stramature, la buccia degli agrumi che trasuda vita, il fieno, la camomilla, le erbe aromatiche, la terra stessa. Vivace, sottilmente solleticante, sapido e amarognolo, ricco e vivo. Gioioso.