Escoda-Sanahuja – Brutal 2015

Garnacha Blanca (100%) – 12%

Brutal! Strepitoso! Raggiante! Emana luce, emana vita. Succo di agrumi citrini e ginestre, erbe mediterranee e calcare. La sua complessità e la sua eleganza vengono espresse con una semplicità disarmante in un sorso diretto, veloce, goloso e godibile. Struttura, freschezza e finezza sono le sue armi; poche mosse (sorsi) e siamo in trappola. Mi arrendo!

Microbio Wines – Rack 2015

Verdejo (100%) – 13%

La strada lastricata di granelli di zucchero

Il passo lieve

Fila lo zucchero

Avvolta nel manto bianco
crisalide, spicco il volo

Mi poso sui fiori bianchi

Riposo sui fili d’erba fresca

Mi arrampico sul rosmarino

Vedo oltre la siepe

E torno crisalide
in attesa di un nuovo volo

 

Agnese


Colano dense le gocce dorate lungo le dita. Un’ape ronza intorno al plasma della vite, zucchero nutriente e sali minerali, acqua e ossigeno per la vita. La sabbia si impregna, fertile e gravida del nettare; partorisce fiori eleganti, erbe aromatiche e resine antiche covate da tempo immemorabile. La terra “brucia” sotto un sole cocente, l’erba diventa fieno ed estate; solo un sorso fresco può rinfrancarla, un sorso talmente fresco che diventa “pizzicante”, che la conforta e la rende lieve, un sorso che “punge come un’ape e vola come una farfalla”.

Mandili – Mtsvane 2015

Mtsvane (100%) – 12,5%

Vorrei donarti

questa terra
incrocio tra presente, passato e futuro

Vorrei donarti
tutti i suoi sapori

I suoi profumi

Tutte le sfumature del cielo

Tutte le sfumature dell’erba

La freschezza dei torrenti

L’acqua pura

I minerali del sottosuolo

Vorrei donarti

La forza dei contadini

La passione dei viticoltori

Tutte le note delle canzoni della terra

Tutti i racconti della tradizione

La prima vigna di Noè

Non posso

Allora ti dono un calice di Mtsvane

 

Agnese

Skerlj – Malvasia 2012

Malvasia (100%) – 12,5%

Brivido profondo alle radici e alle foglie; nasce così, fra le pietre, il vento e il mare la Malvasia di Skerlj. La terra rossa del Carso tinge di scuro la pelle dorata e l’antico desiderio si risveglia nel sangue, sulle labbra, nel ricordo. Oltre la collina, il vento azzurro trasporta i giacinti fioriti, le pesche mature e gli agrumi, le mandorle e le noci, le erbe selvatiche e il fieno agostano, lo zucchero bruciato e le resine fossili. Corpo roccioso e acuminato, fresco come il vento, salato come il mare, seducente come un morso sulle labbra. Fiero.

Alessandro Viola – Sinfonia di Grillo 2015

Grillo (100%) – 13%

Sicilia. La resina dei pini marittimi, il mare mosso e l’aria ricca di iodio, il sole benevolo, i profumi e i colori dei limoni, del basilico, dei fiori bianchi estivi, delle mandorle, dei chiodi di garofano. Una passeggiata sulla spiaggia a piedi nudi con un “calice sinfonico”; il vento nei capelli, la freschezza dell’acqua, il sale sulle labbra, la forza nel corpo, l’unicità di un momento eterno e il Grillo di Alessandro Viola.