VI Premio Internazionale Vini Passiti – Zola Predosa (BO) 23-24/11/2013

20131125_135424

Villa Edvige Garagnani a Zola Predosa, ha aperto le porte, per il sesto anno consecutivo, ad una manifestazione, unica in Italia, in cui è stato possibile degustare più di 500 etichette di vini passiti e da meditazione.

Qui sotto i propri appunti sui vini degustati:

Roccolo Grassi – La Broia 2009 – Garganega – 14%: Naso di fiori bianchi e albicocca. Al palato bella freschezza e buona consistenza, Buona anche la persistenza.

Scubla – Cratis 2009 – Verduzzo Friulano – 12,5%: Colore ambrato e note di miele, vaniglia, agrumi e frutta secca per questo passito. Al palato possiede una bella concentrazione, forse un po’ troppo dolce, di piacevole retrogusto di noci.

Ca’ Biasi – Torcolato 2010 – Vespaiola: Bel frutto, albicocca e pesca, miele e caramello. In bocca è un po’ piatto, manca di vivacità.

Fattoria Zerbina – Arrocco 2009 – Albana – 13%: Vino da muffa nobile questo Arrocco, dal colore dorato carico. Al naso è complesso, specie dolci, come la cannella, sentori di vaniglia ma anche di legno di rovere. Al palato è denso, quasi cremoso, equilibrato ed elegante. Un bel sorso.

Kettmeir – Athesis 2010 – Moscato Rosa – 14%: Ha un colore granato tenue con l’unghia aranciata e naso molto elegante. Il profumo di rosa è inebriante e viene affiancato da sentori speziati di chiodi di garofano e noce moscata. Dolce in bocca (e nello stesso momento fresco) ma non stucchevole, ha un’ottima persistenza.

Lielesehof – Sweet Claire 2009 – Bronner – 11,5%: Colore dorato e profumo di frutta e frutta secca per questo passito. Buona freschezza e persistenza.

Fenech – Malvasia delle Lipari 2011 – Malvasia delle Lipari, Corinto Nero – 13,5%: Passito da agricoltura biologica.Bellissimo e brillante colore ambrato e naso “mediterraneo”, albicocche, agrumi e – soprattutto – fichi. Di ottima struttura ed equilibrio, possiede una notevole persistenza aromatica.

Gaetano Cipolla – Sari 2010 – Nasco di Cagliari – 12%: Giovanissima azienda agricola, si presentano per la prima volta con questo vino, fatto con il Nasco di Cagliari, rarissimo vitigno che si trova solo lì. Che dire, mi ha stregato. Il profumo del mare nel mio bicchiere, un mare dolce, il mare Sardo. Profumo di ambra, questa resina eccezionale, note iodate e agrumi, fiori d’arancio e limoni. Al palato, è fresco, minerale, dolce e carezzevole, di buona lunghezza. Il mio preferito.

Gaetano Cipolla – Babai 2010 – Moscato di Cagliari – 12%: Altro passito interessante del simpaticissimo Signor Gaetano. Molto aromatico, con sentori di miele e spezie e abbastanza dolce in bocca. Interessante ma non eccelso.

Lenz Moser – Beerenauslese 2012 – Prestige – Austria – 12%: Colore giallo oro brillante. Naso di albicocche mature, miele e leggeri sentori di muffa. In bocca, buona acidità e persistenza. Retrogusto ammandorlato. Buono.

Dr. Pauly Bergweiler – Riesling 2011 – Mosella (D) – 10%: Giallo pallido con riflessi verdolini e naso fruttato di mele verdi e pere. Fresco in bocca e fruttato, un po’ corto.

Dr. Pauly Bergweller – Riesling Trocken 2011 – Mosella (D) – 12%: Colore giallo paglierino. Naso minerale, con sentori di idrocarburi e agrumati. Bocca fruttata, minerale, fresca, con buona lunghezza e retrogusto di limoni. Buono.

Rimon – Black Label 2005 Pomegranate Dessert Wine – Israele – 15%: Vino Kosher, al gusto di melograno, possiede una naturale dolcezza e gusto forte. Credo manchi di equilibrio, ma forse non sono semplicemente abituato a un vino del genere.

Aspi Winery – Savalan 2010 – Merlot – Red Sweet Reserve – Azerbaijan: Bella sorpresa questo vino Caucasico. Dal colore rosso rubino vivo, dai riflessi violacei e dal naso dolce e fruttato, ciliegie e lamponi. Buon equilibrio gustativo e buona anche la lunghezza finale.

Anakena – Late Harvest 2005 – Moscato Bianco di Alessandria, Viognier – Cile – 14%: Giallo dorato il colore e complesso il naso; fiori e frutta, miele e noci. Bocca un po’ “pesante” e piatta, finale non molto lungo.

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. rpapac ha detto:

    Anch’io avrei voluto degustarlo, così poi esprimevo la mia. Dovreste organizzare qualcosa anche in Campania, sarebbe bello, così poi potrei assaggiare il vino.

  2. The Master Of Cook ha detto:

    Essendo sardo non posso che simpatizzare per il Sig. Gaetano Cipolla e i suoi vini…
    Io non li conosco ma mi fa piacere che un mio conterraneo produca dei vini di qualità.
    🙂

    1. Vite di Vino ha detto:

      Il Sig. Gaetano non solo è simpatico ma produce vini di qualità. Non perda l’occasione di assaggiare il suo “Sari” se capita a tiro… 😉

  3. Sara Cipolla ha detto:

    Sono la figlia del “Signor Gaetano”, volevo innanzitutto rigraziarla per l’ottima recensione. Sono contenta che finalmente I sacrifici di mio papà vengano premiati, come lei ben sa per un’azienda emergente non è sicuramente un periodo semplice. Io e la mia famiglia ci stiamo provando, stiamo cercando di far conoscere I prodotti della nostra isola e stiamo cercando di farlo con onore e semplicitá.

    1. Vite di Vino ha detto:

      Salve Sara,
      i miei complimenti per il lavoro svolto da Suo padre e dello sforzo che fate tutti quanti voi, i risultati arriveranno..sono già arrivati. Continuate così!

  4. bellesserenaturale ha detto:

    Anche noi di bellessere naturale abbiamo assaggiato i vini del Sig. Cipolla, siamo rimaste colpite dal passito fatto con il Nasco. Veramente una sorsata di mare 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...