Bodega Marenas – Montepilas 2014

il

Montepila (100%) – 12%

José Miguel Márquez va alla ricerca della memoria perduta (en busca de la memoria perdida) e recupera un vitigno dimenticato andaluso, il Montepila, con il quale produce un vino ancestrale, autentico. Márquez sostiene che il vino si fa in vigna, usando metodi rispettosi per l’ambiente senza l’aggiunta di additivi, perché il vino possa esprimere la naturalezza del terreno e il clima del luogo. E questo Montepilas porta il passato nel presente e lo proietta nel futuro; parla della sua terra, esprimendo una mineralità figlia sia dell’Atlantico sia del Mediterraneo e di un terreno ricco di sabbia e albariza (una marna bianca composta da argilla, calcio e fossili marini). Sembra sidro inizialmente con il suo marcato sentore di mela renetta, per poi “arricchirsi” con profumi di albicocca e fiori di campo. Fresco e salino al palato, porta in dote la “memoria perdida” di un gusto semplice e profondo. Pericolosamente beverino.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. 65luna ha detto:

    Mi piace il “pericolosamente beverino”! Abbraccio,65Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...