Macea – Campo Caturesi 2009

 

Ciliegiolo, Malvasia Nera, Montanina, Bracciola, Tané, Sangiovese – 13%

La genetica gioca un ruolo importante nel determinare l’aspetto ed il comportamento dell’individuo, ma è la sua interazione con l’ambiente a determinare l’aspetto complessivo. Così, sulle colline Garfagnine, su un terreno di scisti argillosi, Campo Caturesi salva dall’oblio gioielli come la Montanina e la Bracciola, informazioni genetiche del suo DNA necessarie per la creazione delle molecole indispensabili per lo sviluppo dell’organismo vivente che è questo vino. Stuzzicanti sentori di lamponi e mirtilli accarezzano l’olfatto, seguiti da note verdi e leggermente affumicate, spezie, argilla e foglie di tabacco. In bocca colpisce la sua schiettezza, il tannino vigoroso ma gentile e la sua freschezza, quel sorso così profondo ma anche così scorrevole..un contadino dagli occhi vispi e dall’animo nobile.

 

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. mariosiragusa ha detto:

    Uau! che affinità enoica ! Sarò da Cipriano questo fine settimana , è sempre un piacere condividere ed ascoltare le tue impressioni

    1. Vite di Vino ha detto:

      Grazie Mario! Porta i miei saluti a Cipo.

      1. mariosiragusa ha detto:

        Non mancherò , Ioannis.
        Al telefono , Cipo, mi ha subito convinto, 10 giorni fa’, anche se non avevo ancora letto niente di suo, e pensare che ero quasi indeciso se ritornare in Jura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...