Alapiani – Chinuri 2017

il

Chinuri (100%) – 11%

L’Azarphesha nelle mani del Tamada assume un significato molto importante; distribuisce vino ai commensali e dà il potere al Simposiarca di “guidare” il brindisi. La figura del Tamada è fondamentale nella cultura georgiana; non basta alzare il calice ed esclamare “salute!” ma bisogna fare un discorso lungo (che coinvolge anche i commensali) e che va a toccare argomenti come la vita e la morte, la recita di poesie, il cantare e confrontarsi intellettualmente, fino alle dispute dialettiche e filosofiche. A tutto questo pensavo quando decisi che era l’ora di dedicarmi all’assaggio del Chinuri di Alapiani. L'”eccellente” (chinuri in georgiano) si è dimostrato davvero tale, conquistando prima il gradimento e poi la meraviglia di tutti i commensali con la sua fine aromaticità e con la sua eleganza. Dall’ambra alla pera, alla frutta gialla e alle spezie piccanti, dai fiori bianchi agli arbusti e all’erba, si è rivelato freschissimo, leggermente viscoso, intenso e dalla bella trama minerale. Complesso ma dalla beva facile. Molto buono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.