Ciro Picariello – Fiano di Avellino 2012

Fiano di Avellino (100%) – 14%

Che vitigno straordinario il Fiano(!), capace di regalare grandi soddisfazioni agli appassionati della bevanda divina e ai piccoli produttori -meglio dire artigiani- che con passione e tanto lavoro riescono a regalarci delle piccole perle. E’ il caso di Sabino Loffredo, di Luigi Maffini, di Pierluigi Zampaglione o -in questo caso- di Ciro Picariello. Piccola realtà a conduzione familiare (Ciro, moglie e figli) che, pur non avendo la certificazione biologica, non fa nessun utilizzo di prodotti chimici; usa solo zolfo e rame, concime organico e lieviti indigeni. Questo Fiano, che ha fatto solo acciaio, si presenta con un colore giallo paglierino abbastanza carico e riflessi verdolini. Al naso parte in sordina, per poi esplodere e rivelarsi potente e fine, sottilmente affumicato e con sentori citrini e balsamici, fiori di campo e frutta gialla. Marcatamente minerale, chiude con una nota di pierre à fusil. Al palato si mette in evidenza un’acidità tagliente e una grande sapidità bilanciate ottimamente da un grado alcolico importante. Amarognolo e aromatico, mostra grande equilibrio e persistenza. Molto elegante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...