Bruno Paillard – Champagne Première Cuvée Brut

Pinot Noir (45%), Chardonnay (33%), Pinot Meunier (22%) – 12%


 

“Quando un uomo dice di no allo champagne, dice no alla vita.”

Michael Vronsky alias Robert De Niro (dal film Il Cacciatore).


 

Certo, dipende anche dallo champagne, ma qui la frase di Vronsky ha senso perché ci troviamo di fronte a delle emozioni imbottigliate, offerte a noi in un modo magistrale. L’uva, che cresce e diventa vino, parla della terra dov’è nata, delle fatiche e dell’impegno di chi questo champagne lo produce, della decisione di limitare il più possibile l’uso della chimica e dei diserbanti, di fare la raccolta dell’uva manualmente e di usare solo il mosto fiore, quello della prima spremitura. A Bruno Paillard piace chiamare questo nettare multi-millesimato perché è fatto in una grande percentuale (intorno al 50%) da vini di riserva (annate vecchie conservate) e invecchiato per più di tre anni sui lieviti prima del dégorgement. Ecco un altro punto a favore di Paillard, il dégorgement o sboccatura; in Francia non amano particolarmente riportare sull’etichetta la data della sboccatura, Bruno lo fa, la nostra bottiglia riporta: Gennaio 2014. E ora veniamo al sodo, com’è questo champagne? E’ dorato, luminoso, con una spuma che non ha una gran fretta di dissolversi e bollicine finissime e numerose. Finissimi anche i suoi aromi, di fiori bianchi e frutta, pesca bianca e buccia di agrumi, di crosta di pane e nocciola e di una intensa e profonda mineralità gessosa, caratteristica della Montagna di Reims. Freschissimo e sapido in bocca, incredibilmente equilibrato nella sua ricchezza e nella sua eleganza, corposo ma setoso, questo è uno champagne che, sorso dopo sorso, conquista anche i palati più difficili. Incantevole.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Alex ha detto:

    Certo che gli piace parlare di sboccatura, il tizio si chiama Paillard che significa libertino in italiano 🙂

    Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.