Louis-Antoine Luyt – Tinaja 2014

Pais (100%) – 14%

Pais de tinaja panzuda e goduriosa. Vino da viti di 200-300 anni, di un vitigno originario delle Isole Canarie, che va a finire nelle anfore di un Francese in Cile. Louis-Antoine Luyt, discepolo di Marcel Lapierre, si stabilisce nel Paese Sudamericano nel 1998 e contribuisce alla rinascita del Vigneto Cileno, smarcandosi dalla produzione (quasi la totalità del vino cileno) omogenea e piatta della grande industria. Il grande rispetto per la natura viene ripagato ampiamente da questa terra con un vino tanto ancestrale quanto elegante. Rosso ribelle, vivo e scabroso, dalla fine mineralità, con sentori di ciliegie succose e spezie piccanti, si esalta al palato, dove freschezza e tannini setosi ci regalano un sorso godereccio e una grande bevibilità. Le ciliegie succose si dimostrano anche croccanti in bocca per una bevuta davvero irresistibile.

Un pensiero su “Louis-Antoine Luyt – Tinaja 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.