Afianès – Pithari 2014

il

Begleri (100%) – 12%

Le 300 bottiglie di Afianès, come i 300 guerrieri di Leonida, conducono una battaglia impossibile contro le milioni di bottiglie dalle etichette sgargianti e dagli aromi di shampoo alla papaya e all’ananas allineate sugli scaffali di enoteche e supermercati. Nascoste sotto terra, dentro un’anfora, come in un altro cavallo di Troia, sorprendono il nemico con la loro astuzia e -soprattutto- con la loro qualità. Ed è una qualità eccellente, donata dall’antico vitigno siriano Beglèr, sopravvissuto e coltivato in Grecia solo nell’isola di Ikaria con il nome di Begleri. Sembra un giovane principe dai capelli d’oro e dal volto luminoso, dalle movenze regali e fini e dal vigore intuibile ma non subito percepibile. Come una carezza nell’aria giungono aromi di arancia bionda e caprifoglio, mela renetta e distillato d’anice. Il primo sorso, quasi abboccato, rimane anche l’ultimo; presto il principe si trasforma in guerriero, mostrando acidità e sapidità marcate, vigore e persistenza. Una mossa vincente che fa impallidire i milioni di nemici, li sovrasta e scrive la storia: le 300 di Afianès.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Walter ha detto:

    Fantastico. Anfora come cavallina di Troia. Grande Ioannis

  2. 65luna ha detto:

    Che consigli per questa sera? Buon 2016! 65Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...