Vinogradi Fon – Insomnia 2009

il

7 varietà tra cui Malvasia e Vitovska in prevalenza – 14%

Con il naso all’insù seguo il richiamo divino dell’incenso. Cammino sull’erba bagnata, tra campi ricamati di camomilla, tra gelsomini profumati e ciuffi di finocchietto selvatico, albicocchi e peschi. L’aroma della resina diventa sempre più forte, fino a condurmi davanti a una chiesetta bizantina. Entro riverente a pregare il Bambin Divino, che mi appare su un mosaico e poi su un affresco, e scopro che è Dioniso.

In un attimo capisco l’eterno, la trasformazione, il “pan” (nel senso di “tutto”); prego l’uomo e il dio, l’anima e il corpo, prego me stesso. Sull’altare un calice pieno di vino è pronto per il Ringraziamento. Il vino eucaristico deve essere realizzato con uva pura, deve essere genuino e in alcun modo contaminato. Alzo il calice, lo porto sulle labbra; il “nama” (vino della comunione, ma anche acqua della sorgente) è, e sarà, il mio mystikò (segreto) mistico, è l’armonia del cosmo che sgorga dalla sorgente della vita, è il vino dell’ultima e della prima cena, il Corpo, il Sangue, l’Anima e la Divinità.

 

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Maurizio ha detto:

    Leggere i tuoi post ,mi fai venire sempre voglia di bere ,a Brescia dove lo trovi questo vino lo sai ?Oppure hai una mail dove rivolgermi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...