Zidarich – Vitovska 2015

il

Vitovska (100%) – 12%

Un raggio di sole
filtra la malinconia autunnale

Sale il profumo della terra
dimenticata nelle folli notti estive

Ali di foglie volano
con tutte le sfumature del cuore

Le accompagna il sorriso verso il cielo

grigio azzurro come l’inquietudine

Basta poco per passare il confine
verso il nero o la volta celeste

Il sole dionisiaco della Vitovska
lancia la freccia

il cuore segue

sa che quella è la giusta direzione

 

Agnese


Timida la Vitovska, almeno finché non prende confidenza con il sottoscritto; da quel momento in poi comincia a parlare della sua terra, incantandomi con i suoi modi così fini, gentili, con i suoi racconti così ricchi di particolari. Parla dell’altopiano Carsico, delle sue rocce calcaree e della sua terra rossa, del vento che trasporta il salmastro del Mar Adriatico e di semi che hanno viaggiato sul tappeto di Aladino; di frutta matura e succosa, di fiori policromi e di erbe aromatiche. Agrumi dolci e citrini, albicocche e fiori di campo, timo e rosmarino strinati, zenzero e curcuma. Il sale sulle labbra, la freschezza del mare e la figura snella, soda, che sguscia via veloce, prende il largo e si lascia ammirare per stile e bellezza a lungo prima di sparire all’orizzonte.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.