Giovanni Montisci – Barrosu Riserva 2012

il

Cannonau (100%) – 15,5%

3500 bottiglie di un capolavoro puro. Lì, dove il vigneto viene arato ancora con i buoi, nella Mamujada dei corsi d’acqua e dei pascoli, de Sa Pedra Pintà (la misteriosa stele di Boeli), dei Mamuthones e degli Issohadores, Giovanni Montisci coltiva le sue vigne senza fare uso della chimica, senza filtrazioni  e con l’uso dei soli lieviti autoctoni. Il Barrosu è luminoso nel calice, di un rosso rubino prezioso e scintillante e i suoi aromi sono ricchi, intensi e nello stesso tempo straordinariamente fini. L’incenso, sottile e penetrante, delizia per primo il nostro olfatto, seguono, poi, le ciliegie sotto spirito, le prugne cotte e i frutti di bosco, i sentori balsamici e di macchia mediterranea, le note affumicate e minerali, per un bouquet elegantissimo ed armonico. L’elevato grado alcolico viene bilanciato da una “vivace” freschezza, una “golosa” sapidità, un tannino “rotondo”. Ad una struttura importante e un corpo pieno si contrappone un sorso “gentile”, succoso, “profondo”. Mentre mi concedo un’altro calice, guardo -quasi con riverenza- l’etichetta dove è riportato: Ode a Barrosu “Miracoloso pingue ventre di botte dove giovane dorme”. Lunga vita a Barrosu, come la sua persistenza e la sua bontà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...