I Cacciagalli – Zagreo 2013.

il

Fiano (100%) – 13%

Quando Artemide incontra Dioniso, ovvero quando Diana, dea della caccia, signora delle selve, protettrice degli animali selvatici, custode delle fonti e dei torrenti ma anche agronomo che segue pratiche rispettose e non invasive per la coltivazione della terra incontra Zagreo, il “grande cacciatore”, il dio cornuto, versione religiosa orfica di Dioniso, non può che avvenire qualcosa di speciale. Zagreo è associato alle dee della fertilità, Demetra e Persefone; è nato dall’unione di Zeus e Persefone, figlia di Demetra, e il suo mito viene interpretato come il simbolo della morte della vegetazione in inverno e della sua rinascita in primavera..la nuova primavera del vino. Si sveglia la terra con la nascita del sole, ancora coperto da un velo di sonno, e insieme si svegliano i suoi profumi, di fiori di campo e di erba, di mele verdi ancora bagnate dalla rugiada e di argilla. E’ buonissimo il Zagreo 2013, essenziale e pieno di vita, fresco e sapido, lungo ed elegante, con un finale appena speziato. Tre mesi di macerazione sulle bucce e otto mesi di affinamento in anfora.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Haris ha detto:

    ha un difetto finisce presto !!!

    1. Vite di Vino ha detto:

      Vero! Comunicazione di servizio: Ti devo ringraziare ancora ed ancora.
      Buona giornata

  2. Haris ha detto:

    io devo ringraziare te 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...