Tunia – Chiassobuio 2009

Sangiovese (90%), Colorino (5%), Canaiolo (5%) – 13%

Si va al torrente Chiassobuio, che scorre a fianco dell’azienda agricola Tunia, a riempire il fiasco. Nella Val di Chiana, si sa, quando si vuole bere dell'”acqua fresca e buona” si attinge dal Chiassobuio. Nel suo letto scorre un Sangiovese quasi in purezza, fragrante e fresco, dove si riconosce la “Toscanità”, con sentori di ciliegia e viola, liquirizia e vaniglia, erbe aromatiche e humus, in un bouquet sottilmente elegante, lontano da molti Sangiovese toscani stracarichi di aromi e legno e che spesso risultano “stanchi” anche al palato. Al contrario, il Chiassobuio è pieno di vita, fresco e scattante, dai tannini fini e delicati e dalla grande bevibilità. Un bravo a Francesca Di Benedetto, Chiara Innocenti e Andrea Di Benedetto. Biologico.

 

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. 65luna ha detto:

    Oltre l’articolo hai fatto fantastiche foto! Grazie e buon we,65Luna

    1. Vite di Vino ha detto:

      Grazie Luna. Buon we!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...