Stefano Amerighi e Maurizio Silvestri – Noè 2015

il

Pecorino Arquitano (100%) – 12,5%

Accanto il metato
custode delle castagne

Davanti il bosco
con i suoi profumi

Dietro le pecore
pascolano contenute dal cane

Sotto i piedi le prime margherite

La pastorella cammina

il cuore di Artemide
la forza di Demetra
la gioventù di Persefone

Non sarà Ade a rapirla
ma come Arianna
cadrà nelle braccia di Dioniso
e diventerà la donna
che ha sempre sognato
nei disegni delle nuvole

 

Agnese


Noè, nel suo lungo viaggio, porta sull’arca il vino della sua montagna; arduo, acuto, amaricante come le sue erbe, profondo come le sue ferite. Il fieno di erba medica sforacchia i sensi, lacrime salate rigano il vetro, fitte pungenti citrine i polmoni e il palato. La terra d’Arquata si ricompatta, si stringe attorno al suo paradiso abbandonato.. e rinasce. Un brindisi a Noè che ha conquistato una nuova/antica terra con il nettare che ci ha lasciato in custodia. Preserviamolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.