Klinec – Ortodox 2006

Verduc (60%), Rebula (15%), Malvazija (15%), Jakot (10%) – 14,5%

Viaggia velocissimo su per le narici fino a raggiungere il bulbo olfattivo, la regione del cervello dove risiede la memoria olfattiva; la sconvolge e poi tira dritto verso l’anima. Dove risiede l’anima? Vorrei tanto saperlo ma non lo so, Ortodox invece si; la raggiunge, la sommerge, la “illumina”. Vino dell’anima l’Ortodox 2006, Verduzzo, Ribolla, Malvasia e Tocai. Lo stregone che prepara questa pozione magica si chiama Aleks Klinec, conosciuto un po’ di tempo fa a Fornovo; è lui che mi ha dato una fiaschetta di questo prezioso liquido. Fermentato con lieviti indigeni e maturato per sei anni sulle sue fecce in botti di gelso e acacia, è un vino fatto senza l’uso della chimica e senza aver subito filtrazioni. Si presenta leggermente opaco, con un bellissimo colore ambrato. Maestoso al naso, possente, unico. Non si può parlare di equilibrio, di finezza, di schede e punteggi, qui si va oltre, qui abbiamo a che fare con l’arcobaleno alla cui fine troviamo la pentola piena d’oro. Aromatico, con sentori di frutta gialla, matura e candita, speziato, floreale e delicatamente erbaceo..e poi, ali di pipistrello, denti di drago, occhi di serpente e zampe di rana..fantastico! Potente al palato (ma non alcolico), fresco e deliziosamente tannico, agile e lunghissimo, è un vino che trova un posto nell’anima per sempre.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Fabrizio Piva ha detto:

    Sono d’accordo con te Ioannis. È un vino ipnotico, trascinante, uno dei migliori assaggi del 2014.

    1. Vite di Vino ha detto:

      Che esperienza Fabrizio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...